News Salute


Chirurgia generale ind. Oncologico - Chirurgia Laparoscopica - Chirurgia senologica

Il cancro è la seconda causa di morte dopo le malattie cariovascolari. Gli organi più colpiti sono la prostata nell’uomo e la mammella nella donna. Seguono, il colon retto ed il polmone in entrambi i sessi. Il dato sconcertante è che il cancro del polmone, fino a dieci anni fa a netta prevalenza maschile, colpisce oggi indifferentemente i due sessi. La causa di ciò è dovuta all’aumentata percentuale di donne fumatrici.

Ancora oggi, come vent’anni fa, esistono differenze nell’incidenza di specifiche neoplasie in diverse aree geografiche: il carcinoma dello stomaco e del fegato hanno in Giappone la frequenza più alta che in qualsiasi altra parte del mondo, mentre sono relativamente rari, sempre in Giappone, il carcinoma della mammella e del colon.

Il ruolo di fattori ambientali, in questo caso, sembra essere indiscutibile: il giapponese che emigra in America acquisisce la stessa incidenza neoplastica della popolazione americana dopo solo una o due generazioni di residenza.

Oncogenesi

Sono circa 10 anni che l’attenzione dei ricercatori è focalizzata sullo studio dei geni che controllano la proliferazione cellulare.

Essi sono i siti ove avvengono le mutazioni (alterazioni, variazioni) responsabili dell’anomala crescita cellulare che si traduce nella proliferazione neoplastica.

Si conoscono tre specie di geni regolatori della crescita cellulare: gli oncogeni, gli onco-soppressori e i proto-oncogeni.

Ereditarietà

Oltre 200 alterazioni geniche risultano correlate allo sviluppo di neoplasie. La presenza di alcuni geni è associata ad un rischio superiore al 90% come accade nella poliposi familiare del colon.

Altri tumori mostrano una componente ereditaria minore( rischio 2-3 volte superiore alla popolazione generale).

I tumori multifocali della mammella e del colon rappresentano delle eccezioni, in quanto in entrambi il rischio in presenza di familiarità aumenta di 20-30 volte rispetto alla popolazione generale.

Esami oncologici

Un esame obiettivo completo periodico e i comuni esami del sangue e delle urine sono elementi fondamentali per la diagnosi precoce dei tumori maligni.

L’esplorazione rettale, l’esame obiettivo della mammella e dei testicoli sono i mezzi più efficaci per la diagnosi precoce delle neoplasie dei rispettivi organi.

Circa procedure più complesse, a parte la mammografia al di sopra dei 40 anni, che rappresenta l’unico esame la cui utilità è garantita da studi clinici di tipo prospettico e randomizzato, la sigmoidoscopia dopo i 50 anni ed il pap test, le basi scientifiche sono molto meno solide.

Discorso a parte meritano i cosiddetti marcatori tumorali.

Gli esami radiologici di routine raramente evidenziano neoformazioni del volume inferiore ad 1 cm cubo, corrispondente circa ad un milione di miliardi di cellule neoplastiche. Ciò ha suggerito la ricerca nei liquidi biologici di molecole prodotte in modo specifico dalla cellula neoplastica: i marcatori tumorali.

Tuttavia la loro scarsa sensibilità e specificità ne precludono l’uso nella popolazione asintomatica; alcuni di essi vengono invece utilizzati proficuamente come indicatori di risposta al trattamento e nella diagnosi precoce delle recidive.

E’ il caso ad esempio del CEA (antigene carcinoembrionario) nelle neoplasie di polmone, mammella, e dell’apparato gastroenterico; dell’alfa-fetoproteina nelle neoplasie di fegato, stomaco, pancreas, colon, polmone; della gonadotropina corionica umana nelle neoplasie di fegato,stomaco, pancreas,ovaio; del PSA (antigene prostatico specifico) nelle neoplasie della prostata, mieloma multiplo e metastasi ossee; del CA-125 nei tumori ovarici; della beta2 microglobulina nel mieloma multiplo.

Chirurgia Oncologica

La resezione chirurgica totale è il trattamento di scelta nella maggiorparte delle neoplasie solide localizzate. Però, poichè molte di esse hanno già dato micrometastasi al momento della diagnosi, si è soliti integrare il trattamento chirurgico con altre metodiche, per ottenere il controllo locale e a distanza della neoplasia.

Un esempio classico à rappresentato dal carcinoma mammario localizzato che viene trattato con metodica combinata chirurgica, radio e chemioterapica.

L’intervento chirurgico può anche essere soltanto palliativo, mirante a risolvere le complicanze di un carcinoma quali ostruzioni intestinali e biliari, emorragie, perforazioni, compressione di strutture vitali.

Infine, ma non per importanza, c’è la chirurgia ricostruttiva e plastica che partecipa alla riabilitazione dei pazienti oncologici già trattati; basti pensare alla ricostruzione del seno dopo mastectomia, e alla risoluzione delle contratture indotte dalla radioterapia.

Pneumologia e Malattie respiratorie

Pneumologia e Malattie respiratorie  Allergie Alimentari  Attualmente il problema delle allergie alimentari ha una maggiore rilevanza anche a causa della progressiva diminuzione degli allattati al seno e l'inizio parallelo del...


Continua ...

Cardiologia e Chirurgia Cardio-Vascolare

I fattori di rischio del cuoreI fattori di rischio cardiovascolare sono rappresentati da tutte quelle condizioni proprie di ciascun individuo che aumentano in qualche maniera la sua probabilità di ave...


Continua ...

Chiropratica-Posturologia-Osteopatia

Che cosa è la ChiropraticaIppocrate, oltre duemila anni fa, leniva dolori articolari, muscolari e viscerali riposizionando le vertebre con tecniche di medicina manuale, che nonostante si siano modific...


Continua ...

Chirurgia Estetica e Chirurgia Plastica

Perchè un intervento?La fiducia in noi stessi e' influenzata dalla percezione e quindi dal giudizio che diamo alla nostra immagine. Dal come pensiamo di essere visti dagli altri.La chirurgia plastica ...


Continua ...

Chirurgia generale ind. Oncologico - Chirurgia Laparoscopica - Chirurgia senologica

Il cancro è la seconda causa di morte dopo le malattie cariovascolari. Gli organi più colpiti sono la prostata nell’uomo e la mammella nella donna. Seguono, il colon retto ed il polmone in entrambi i ...


Continua ...

Dermatologia

Le principali patologie dermatologicheL’ambiente caldo umido e il conseguente aumento della sudorazione costituiscono il denominatore comune di tutte le dermatiti proprie dello sportivo e non solo. L’...


Continua ...

Diabetologia e Endocrinologia

Che cosa è l’endocrinologiaEndocrinologia vuol dire studio della forma, del funzionamento, delle malattie e delle cure che possono  interessare le ghiandole endocrine dell'organismo umano: quindi l'ip...


Continua ...

Dietologia

Il cambiamento delle nostre abitudini alimentariNegli ultimi decenni le abitudini alimentari sono profondamente cambiate. Lo sviluppo dell'economia, i contatti con altre culture, i grandi mutamenti so...


Continua ...

Ecografia internistica e muscolo tendinea

L’ecografia costituisce, ormai da più di vent’anni, un ausilio indispensabile alla pratica clinica giornaliera.Semplice nell’intuizione di utilizzo, questa metodica sfrutta lo stesso principio del son...


Continua ...

Ginecologia ed Ostetricia

Che cosa è l’ UroginecologiaL'"uroginecologia" è una superspecializzazione che si occupa specificamente dei "disordini del pavimento pelvico" che comprendono: le disfunzioni e l'incontinenza urinaria....


Continua ...

Nefrologia

La nefrologia è una branca della medicina che studia il rene e le vie urinarie dal punto di vista sia anatomico e fisiologico, sia patologico. Infatti Nefrologia vuol dire rene e quindi filtro, uno de...


Continua ...

Neurochirurgia e Chirurgia vertebrale

l chirurgo deve intervenire solo se è davvero necessarioLa chirurgia vertebrale è in ascesa e il trend è operare. Molti Chirurghi insistono su un punto: «è meglio conservare, tentare con le terapie me...


Continua ...

Neurologia e Psichiatria

La neurologia è quella branca della medicina che studia le patologie inerenti il sistema nervoso centrale (cervello, cervelletto, tronco encefalico e midollo spinale), periferico somatico (radici e ga...


Continua ...

Omeopatia

L'omeopatia è un controverso sistema terapeutico i cui principi sono stati formulati dal medico tedesco Samuel Hahnemann verso la fine del XVIII secolo. Alla base dell'omeopatia è il cosiddetto princi...


Continua ...

Ortopedia

La terapia con onde d’urto in Ortopedia  Dopo circa 30 anni di valida applicazione in campo urologico per il trattamento della calcolosi renale (la cosiddetta litotripsia), la terapia con onde d’urto ...


Continua ...

Otorinolaringoiatria

Ogni giorno ci occupiamo di pazienti che lamentano uno o più disturbi derivanti da una alterazione funzionale dell'orecchio interno (acufeni, ipoacusia percettiva o neurosensoriale, sensazione di pres...


Continua ...

Psicologia

La psicologia è la scienza dei fenomeni psichici e comprende lo studio delle esperienze intime, delle emozioni e dei comportamenti vissuti dai soggetti.Il compito della psicologia verso i fenomeni psi...


Continua ...

Reumatologia

Che cos'è l'Artrite reumatoide?L'Artrite Reumatoide (AR) è una malattia infiammatoria cronica che colpisce le articolazioni, ha un andamento spesso progressivo e può evolvere verso l'anchilosi con com...


Continua ...

Test di Intolleranza Alimentare

Le intolleranze alimentari sono le "allergie non allergiche". Questa definizione risale al 1991, quando l'allergologo Kaplan presentò un suo articolo in cui descriveva l'esistenza di stati allergici c...


Continua ...

Urologia

L'urologia e l'endoscopia urologia.L'urologia comprende lo studio degli organi predisposti alla secrezione e dalla escrezione dell'urina: reni, ureteri, vescica ed uretra. Nel maschio per le strette c...


Continua ...

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online